Romcaffè logo

La nostra storia

Nel 1947, ad opera di un gruppo di appassionati, veniva fondata la SEF Macerata con lo scopo di praticare la disciplina dell’Atletica Leggera. Nasceva così, sulle ancora recenti rovine della guerra, un sodalizio sportivo che, al di la dell’aspetto prettamente agonistico, avrebbe rappresentato per Macerata un punto di riferimento sociale ed educativo inserendosi in modo fattivo nelle trasformazioni della vita cittadina sino ai nostri giorni.

Dopo un inizio pionieristico e per un certo senso “eroico”, quello per intendersi delle scarpette in prestito, certamente il periodo più prolifico di risultati è stto senza dubbio quello compreso tra l’inizio degli anni cinquanta e la fine dei sessanta con l’apice raggiunto nel 1963, anno nel quale sono stati vinti entrambi i Campionati Regionali a squadra (maschile e femminile), la Coppa Marche, 29 Titoli individuali e stabiliti ben 7 Primati marchigiani Assoluti oltre ad una convocazione nella Nazionale Italiana.

Resta vivo nella memoria e non potrebbe certo essere dimenticato l’entusiasmante e per qui tempi mitico viaggio in pulmino che portò la squadra maschile nel 1957 a gareggiare a Lugano in Svizzera ed a Scifflange in Lussemburgo, gli incontri internazionali organizzati negli anni successivi a Macerata con clubs tedeschi femminili ed inglesi e da ultimo nel 1962, la trasferta a squadre riunite a Rijeka in Jugoslavia.

Dopo una leggera flessione alla fine degli anni sessanta, con il 1970 si ebbe una impennata di orgoglio e la Società tornò a dominare la scena marchigiana vincendo 3 scudetti consecutivi a squadra, oltra quaranta individuali e distinguendosi in molte manifestazione regionali e nazionali.

Nel ’73 per problemi economici sempre più pressanti e la necessità di non disperdere un parco atleti di notevole valore portava la SEF ad una fusione con il CUS e veniva così a costituirsi un nuovo sodalizio denominato “CUS Macerata SEF”.

La collaborazione, con risultati eccellenti, durò 5 anni finche, a partire dal 1978, veniva di comune accordo deciso che il CUS avrebbe svolto attività agonistica assoluta mentre la SEF quella giovanile.

Potrebbe sembrare con ciò chela SEF avesse concluso il suo ciclo ma proprio la coraggiosa scelta di impegnarsi con i giovani è stata la cosa più bella e nobilitante per la Società che ha assolto meritoriamente questo difficile compito reclutando e preparando atleti che successivamente, con il CUS avrebbero vinto titoli italiani, vestito più volte la Maglia Azzurra e gratificato la cittadinanza con successi a tutti i livelli.

Nel 1996, il Club universitario deliberava di chiudere l’attività agonistica. Tutto lo staff decideva compatto di tornare con la gloriosa SEF e lo stesso anno vedeva i colori soffini rinverdire i fasti di un tempo con risultati di notevole prestigio tra cui la convocazione in Nazionale di un atleta biancorosso.

Facendo un piccolo passo indietro va evidenziato che nel 1989 alcuni atleti di entrambi i sessi che avevano avuto il loro migliore momento di gloria negli anni cinquanta, tornavano sui campi di gara nel settore agonistico dei “Veterani” (oltre40 anni). Il risultato è stato stupefacente e nonostante l’età , ribadendo che la classe non è acqua sono riusciti ad arricchire l’albo d’oro della SEF e dare inizio, come pionieri, al movimento in campo regionale.

Da allora la Società si è impegnata sempre più nel settore Veterani, poi inglobato nella Fidal come Masters, e nel decennio appena concluso il sodalizio biancorosso si è rivelato come uno dei più prestigiosi clubs sia in campo Regionale che Nazionale.

Bastano alcuni dati per dare l’esatta consistenza di quanto affermato ed infatti, nel periodo, sono stati conquistati n° 8 Titoli Mondiali, 6 Europei e 143 Nazionali; stabiliti 6 Primati Mondiali ed Europei, 15 Italiani e vinti ben 281 scudetti regionali nelle varie categorie corredati da 153 primati marchigiani.

La storia continua…